Cerchi un'ottima attività in franchising? Su Top-Franchising puoi trovare la migliore offerta per aprire il tuo nuovo negozio!

  sabato
06/06/2020
Per richiedere maggiori informazioni sui marchi, chiama l'895.815.5120
 
  I MARCHI
  CERCA UN FRANCHISING
  NUOVI MARCHI
  Area riservata
  Area franchisor
  HOME
  LE NOSTRE GUIDE
  SERVIZI TOP
  CALENDARIO EVENTI
  NEWS
  FACTORY NEWS
  CHI SIAMO
  CONTATTI
  NEWSLETTER
  TopFranchising BLOG

Nuova normativa per assegni e pagamenti

Tra un mese, occhio ad assegni, pagamenti e libretti al portatore. Se il valore supera i 5.000 euro, si cambia.

 

A cambiare sono tante cose: la modalità di compilazione degli assegni, l’importo massimo consentito per i pagamenti in contante, i limiti per i libretti di risparmio e i titoli al portatore.

 

Dalla fine aprile entrano in vigore, infatti, le nuove regole introdotte dalla normativa antiriciclaggio. Ma perché si cambia?

 

La nuova normativa - spiega l’Associazione Bancaria Italiana – serve a garantire maggiore sicurezza a chi effettua un pagamento, a contribuire alla lotta al riciclaggio e alle attività illecite. Ecco le novità.

 

Gli assegni
La novità più rilevante riguarda l’obbligo di non trasferibilità per gli assegni bancari o postali di importo superiore ai 5.000 euro. I nuovi libretti saranno già muniti della clausola “Non trasferibile”. I vecchi carnet di assegni potranno essere utilizzati ancora, ma sarà necessario scrivere la clausola di “non trasferibilità” e intestarli, cioè scrivere il nome, o la ragione sociale, del beneficiario del pagamento. Chi vuole continuare a utilizzare assegni in forma libera – cioè senza l’intestazione e la non trasferibilità - può farlo, ma deve presentare una richiesta scritta alla propria banca. Per ciascun assegno in forma libera dovrà pagare un bollo di 1,50 euro.

- Da sapere anche che: ogni girata dovrà riportare il codice fiscale di chi la effettua, altrimenti non sarà valida;
- gli assegni emessi all’ordine dell’emittente, cioè quelli che riportano la dicitura “a me medesimo”, oppure “m.m.” sono considerati non trasferibili e non possono più essere girati e circolare: può incassarli soltanto chi li emette allo sportello di una qualsiasi banca.


Le nuove regole valgono anche per gli assegni circolari, i vaglia postali e cambiari.

Pagamenti in contanti
Altra novità importante riguarda i pagamenti in contante. Qualsiasi pagamento cash non può superare i 5.000 euro e non i 12.500 come è previsto oggi. La parcella di un professionista, un qualsiasi acquisto, il pagamento di un compenso che superino i 5.000 euro deve avvenire con assegno, bonifico o carta di credito, cioè passare attraverso le banche o le poste. Questo serve per garantire la tracciabilità dei pagamenti.

I libretti di deposito al portatore
Sempre dal 30 aprile non sarà più possibile avere libretti di deposito al portatore per un importo pari o superiore a 5.000 euro. Chi ne ha, deve regolarizzarlo e ha tempo entro il 30 giugno 2009. Per farlo, deve recarsi presso la banca che li ha emessi (o le Poste nel caso di libretti postali) e prelevare l’eccedenza, cioè lasciare di fatto depositati soltanto i famosi 5.000 euro.

Che cosa si rischia
Una sanzione pecuniaria, cioè una multa, in caso di uso scorretto degli assegni. Per esempio, la mancata indicazione della clausola “Non trasferibile”, può costare dall'1% al 40% del totale dell'importo. Mentre la mancata o sbagliata indicazione del codice fiscale di chi effettua la girata rende nulla l'operazione e non sarà possibile incassare l'assegno.

Da chiedere in banca
Per essere sicuri di non sbagliare, potete richiedere alla vostra banca la guida che l'Abi ha messo a punto per informare i cittadini sulle novità.

 

Inserita venerdì 12 dicembre 2008

Fonte: yahoo.it

 

Gli altri articoli su 'Franchising news'


L'elenco è suddiviso nelle seguenti sottopagine

 

In Italia il Franchising è "giovane e rosa"


Il franchising italiano è giovane e 'in rosa', due componenti che galleggiano bene

Contratto di franchising la "Location clause"


Gestisci da casa il tuo franchising


Salone del Franchising, Milano lancia l'homechising

Asili in Franchising


12 nuove aperture per Il Pianeta dei Bambini

Donne & Franchising


Dal franchising opportunità di lavoro per donne

Gelato Artigianale Italiano - Le strade del successo Sono 3 !

Mettersi in proprio nel franchising: a Milano il seminario

Bari / Successo del workshop dedicato al franchising come risorsa di promozione delle eccellenze italiane alle’estero

La Fnac sceglie la strada del franchising

Apre oggi a Torino 'IoLavoro', con 6000 opportunità occupazionali


Notizia del 12 ottobre

I Corsi-Vacanza di Gelato Artigianale Italiano


Per apertura e gestione di un p.v. Gelato artigianale Italiano

A 'Iolavoro' di Torino


Franchising e green economy a 'Iolavoro' di Torino

Modelli di franchising "stravaganti"


Anche a Imperia il “marito in affitto”

La rivista Entrepreneur classifica Hampton Hotels come il miglior franchising globale


Hampton Hotels guadagna il 1o posto fra i franchising per dimensioni, crescita e solidità finanziaria

Torino : undici 'franchisor' incontrano i potenziali 'franchisee'

Franchising 2012 - L'anno del boom !


i numeri del boom 2012

Gelato Artigianale Italiano


Nasce a Rodi e corre nel mondo !

Mercure punta al franchising in Italia

Il franchising online di lanautica.com

Io Lavoro, Franchising e Tuttofare


Il 12 e 13 ottobre al Palasport Olimpico Isozaki di Torino

Franchising, a settembre si riparte

Il partito Grillo? Un franchising


Serve infatti per vendere buone idee e persone meritevoli

Arena dei network: le reti non sono a rischio default


Da NoFrills le reti emergono ricche di progetti e sicure di sé, ma il 2012 si avvia verso un bilancio di chiusure di punti vendita, soprattutto filiali e licenziamenti

IMPRESE: ASSOCIAZIONI, GOVERNO E PARLAMENTO APRONO AL FRANCHISING

In Sudafrica prende quota il business del franchising

 

 
CATEGORIE
 
       
  Web Design & Development Gostec snc Partita IVA: 01371950419 Privacy e cookie   Copyright e avvertenze legali